Qantas ha dichiarato che rinforzerà la sua politica di bagagli in eccesso con l'introduzione, a livello nazionale australiano, di strutture di check-in contemporanee e futuristiche.

 

Le nuove strutture sono progettate appositamente per ridurre il tempo perso nelle code aeroportuali.

 

La compagnia sta anche elaborando delle ulteriori strategie rivolte ai viaggiatori frequenti di livello superiore, come un innovativo tag elettronico RFID personalizzato per le valigie, che sarà in grado di archiviare automaticamente i dettagli per un massimo di quattro voli e che è destinato a sostituire il tradizionale codice a barre della carta.

 

Un processo di sperimentazione di alcune tecnologie nuove inizierà a Perth, quando il “canguro volante” farà emergere delle smart card nuove per i viaggiatori frequenti, considerando un gruppo selezionato dei suoi viaggiatori premium.

 

La nuova tecnologia includerà anche le bilance elettroniche dei bagagli e il pagamento automatizzato per il bagaglio in eccesso. Il suo inizio avrà luogo quando le compagnie aeree in tutto il mondo considereranno le tariffe dei bagagli come elemento principale delle loro entrate.

 

I funzionari di Qantas hanno svelato che la compagnia aerea avrà una posizione flessibile sui bagagli in eccesso durante i periodi di prova, ma hanno aggiunto che una nuova politica di bagagli sarà operativa definitivamente verso la fine dell'anno.

 

Quando è stato chiesto se il sistema attuale è destinato a diminuire i bagagli eccessivi, il manager esecutivo del servizio clienti della Qantas, Alison Webster, ha detto: "Ci stiamo assicurando di offrire un sistema equo e i nostri clienti le idee chiare su cosa comporti il sistema delle tariffe."

 

La sig.ra Webster ha aggiunto che la Qantas possedeva una capacità on-line che ha permesso ai viaggiatori di pre-acquistare il bagaglio in eccesso ad uno sconto notevole dalle tasse aeroportuali e questo sarebbe pubblicizzato assieme ai cambiamenti della politica di bagagli.

 

Le nuove smart card contengono la tecnologia chip che permetterà ai viaggiatori che non hanno già effettuato il check-in online oppure dal cellulare, di realizzare il processo entro cinque secondi semplicemente toccando un lettore di card aeroportuale.

 

I passeggeri saranno in grado di combinare le smart card, che possono anche essere utilizzate come una carta d'imbarco, con i tag RFID delle valigie per controllarle al momento della consegna sul nastro trasportatore, in pochi secondi.

 

Il tag sarà distribuito gratuitamente ai soci del salone presidenziale, ai viaggiatori frequenti di livello platino, oro e argento e si prevede che sarà lanciato quando il nuovo sistema sarà presentato a Sydney a fine novembre.