Michoacan, uno dei 32 stati federali del Messico, sarà il primo al mondo a implementare nuove tecniche biometriche nei suoi atti di stato civile. Nella settima riunione del Consiglio Latinoamericano e dei Caraibi, il segretario del governo, Fidel Calderón Torreblanca, e il direttore del Record Civile, Inelvo Moreno Álvarez, hanno presentato il progetto che sarà sviluppato in modo da autenticare l'identità delle persone della popolazione di Michoacan.

Ci sono molti paesi che ricorrono all’autenticazione biometrica per analizzare le caratteristiche fisiche e il comportamento umano, ma sfruttano solo una piccola parte delle possibilità che fornisce la biometria. Tra i processi più noti, si possono segnalare l’identificazione delle impronte digitali e delle firme. Altri elementi fisici identificabili sono le vene e la geometria delle mani.

Tra le caratteristiche comportamentali possiamo analizzare la firma, la camminata e il modo in cui le persone utilizzano la tastiera del pc. Essere registrati in base a tutti questi elementi renderebbe più facile processi come aprire un conto, chiedere un prestito o comprare una macchina. Con queste tecniche, le società potrebbero sapere istantaneamente se la persona che hanno davanti a loro è chi dice di essere; la tempistica di richiesta informazioni e autenticazione sarebbe notevolmente ridotta.

In questa 7 ° edizione del Consiglio Latinoamericano e dei Caraibi, il tema principale è stato la promozione delprogramma PUICA (Programma per l'universalizzazione del record di civili in America). Questo programma fortemente spinto dalla OAS (Organizzazione degli Stati Americani) pretende che tutti i cittadini siano registrati con tecniche biometriche al fine di garantire loro una identità civile, reale e virtuale.

Nel corso della riunione, i dipendenti dell'OAS e del IDB (Inter-American Development Bank) hanno parlato di diversi temi, come il diritto d’accesso all’identità per le città sottosviluppate e per i portatori di handicap.

L'OAS si è centrata sul tema della necessità di tecnologia nell’identificazione e la registrazione di civili, si è parlato delle diverse opzioni che fornisce la biometria e di come i processi possono essere semplificati e automatizzati. Anche l'OAS si è concentrata sul successo delle esperienze in altri Paesi, in cui l'identificazione biometrica è stata applicata.


Il governo dello stato di Michoacán sta lavorando alla creazione di un database affidabile in attesa del momento in cui le tecniche biometriche inizieranno a funzionare e poter così completare i 23 diversi moduli contenuti in questo nuovo progetto. Qui sta l'innovazione, perché il governo di Michoacan non solo registrerà le impronte digitali, la foto e la firma, ma anche altri elementi biometrici come la camminata e il modo in cui le persone interagiscono con una tastiera. Michoacàn sarà il primo stato nel mondo che cercherà di trarre il meglio di ciò che la biometria è in grado di offrire.

Nel corso della riunione, questa iniziativa è stata condivisa con gli altri Paesi membri dell'organizzazione, che hanno contribuito all’argomento mostrando le loro pratiche di successo nei registri biometrici basati su sistemi digitali automatici.

Questa è una nuova sfida per Michoacan, che sarà presto seguito dal resto degli stati, e una nuova sfida per la biometria, che potrebbe finalmente dimostrare quanto utile possa essere e quanto i governi possano trarne vantaggio.